Menu

sabato 3 settembre 2016

La convocazione di John Grisham


Ray Atlee, professore di legge all'Università della Virginia, ha quarantatré anni e da poco è stato abbandonato dalla moglie. La sua vita scorre in una monotonia appena scalfita dalle lezioni di volo e dal sogno irrealizzato di possedere un aereo. Suo fratello Forrest, invece, è la classica pecora nera della famiglia, da sempre alle prese con problemi di alcol e droga.

Grande è il disappunto di Ray quando riceve una fredda convocazione dal padre, il vecchio giudice Reuben V. Atlee, uomo rigido e integerrimo che, malato terminale di cancro, vive recluso nella malandata dimora di Maple Run, nel Mississippi. Nella lettera il Giudice richiede la presenza dei figli per discutere l'amministrazione dei beni di famiglia.

Al suo arrivo Ray trova il padre cadavere con una confezione di morfina accanto e, in un nascondiglio, alcune scatole piene di soldi. Da dove vengono? Perché non se ne fa cenno nel testamento? E chi altri conosce l'esistenza di quel denaro?

Il mistero legato all'origine del patrimonio e la decisione di non perdere l'inaspettata ricchezza coinvolgeranno il protagonista in un incubo dai contorni indefinibili.

Acquista: Amazon

Autore
Scrittore statunitense. Laureatosi in legge, per anni è stato avvocato penalista. Ha ricoperto incarichi politici come membro della Mississippi House of Representatives.

Con il romanzo Il socio (Mondadori, 1992) (adattato per il cinema nel 1993 da Sydney Pollack) ha rinnovato le fortune del genere legal-thriller, o più precisamente del courtroom-thriller, cioè il romanzo giallo d’ambientazione giudiziaria.

A questa formula l’autore è rimasto fedele anche nei molti romanzi successivi, spesso all’origine di popolari film: Il rapporto Pelican (1992), la cui versione cinematografica venne realizzata nel 1993 da Alan J. Pakula; Il momento di uccidere (1992); L’uomo della pioggia (1995), portato sullo schermo nel 1997 da Francis Ford Coppola; La giuria (1996); Il partner (1997).

Tra i romanzi pubblicati recentemente in Italia si ricordano: L’avvocato di strada (1998), Il testamento (1999) e I confratelli (2000). Dopo la pubblicazione, nel 2001, dell’autobiografico La casa dipinta, nel 2002 è tornato al romanzo giallo con La convocazione. Seguono Il re dei torti e L’allenatore, entrambi pubblicati nel 2003, Il professionista (2007), Io confesso (2010), I contendenti (2011), L'ex avvocato (2013), I segrety di Gray Mountain (2014) e Theodore Boone - Il fuggitivo (2015). L'editore italiano di riferimento è Mondadori.

Nessun commento:

Posta un commento