Pagine

giovedì 8 settembre 2016

La verità celata di Seb Kirby


Julia Blake è una restauratrice che si occupa di arte classica. La sua specialità è quella di indagare sotto la superficie dei dipinti per scoprire cosa nascondono. Lei è sicura che un buon numero di preziosi dipinti mancanti, ritenuti 'perduti o distrutti', siano in realtà stati sovradipinti con un altro lavoro, come metodo per nasconderli. A tale proposito, Julia ha rintracciato a Firenze una collezione di dipinti che sembra molto interessante ed è andata in questa città per cercare di scoprire un capolavoro nascosto e affermarsi nel mondo dell’arte.

La verità celata inizia quando James Blake, il marito di Julia, rientra nella loro casa a Londra e scopre che lei è stata uccisa. Che cosa l’aveva riportata a Londra senza preavviso? Perché qualcuno ha commesso questo sconvolgente crimine?

Blake è deciso a trovare i suoi assassini ma ha poco a cui aggrapparsi. Solo l’ultimo messaggio che Julia gli ha inviato dal suo telefono cellulare: Aiutami con un allegato che mostra il dipinto di Michelangelo Leda e il cigno.

Come primo sospettato del delitto, James fugge dall’Inghilterra e si trova a percorrere una strada lastricata di inganni e pericoli attraverso i paesaggi mozzafiato di Venezia e Firenze in un mondo sommerso fatto di crimine, cospirazione e corruzione. Un percorso che lo porterà a scoprire l'assassino e la shockante verità celata dietro il mistero.

Acquista: Amazon

Autore
Lo scrittore internazionale di bestseller Seb Kirby è l'autore della serie di thriller che ha come protagonista principale James Blake (La verità celata, L'ombra dell'inganno e Schegge di angoscia) e della serie di science fiction thriller con Raymond Bridges (Doppio vincolo). Egli dice: “Sono stato un avido lettore fin dalla più tenera età, mio nonno gestiva una biblioteca mobile a Birmingham e quando la chiuse i miei genitori ereditarono molti dei libri in essa contenuti. Ne rimasi catturato sin dal primo momento. Ora, come scrittore a tempo pieno, il mio obiettivo è quello di aggiungere le mie storie alla magia delle meravigliose parole e storie che scoprii allora”.

Nessun commento:

Posta un commento