Menu

martedì 27 settembre 2016

Merkavah di Daniele Versari


96 d.C., Kashmir: un vecchio saggio riesce a mettere in salvo misteriosi rotoli manoscritti prima di andare incontro al proprio destino.

1203 d.C.: Papa Innocenzo III dirotta la Quarta Crociata verso la cristiana Costantinopoli per recuperare una preziosa quanto scomoda reliquia.

2010 d.C., Orvieto: una restauratrice e un anatomopatologo ritrovano sotto il Duomo un mucchio di ossa umane. Inizia la lotta contro il tempo e contro la confraternita dell'Ordo Custodum per svelare il mistero della reliquia rimasta nascosta per secoli.

2013 d.C.: la rivelazione del segreto: la Chiesa non sarà più la stessa.

Acquista: Amazon

Autore
Daniele Versari è nato a Livorno il 10 ottobre del 1974. Laureatosi in Medicina e Chirurgia nel 2000 a Pisa, ha conseguito la Specializzazione in Medicina Interna nel 2007 ed ha proseguito la sua carriera come assistente ricercatore fino al 2008, pubblicando come autore o coautore oltre 50 lavori scientifici su riviste nazionali ed internazionali. Dal 2004 al 2006 ha vissuto negli Stati Uniti, dove ha lavorato nell'ambito della ricerca cardiovascolare presso la Mayo Clinic di Rochester in Minnesota.

Prima del ritorno in Italia, si è sposato con Elena ad Arches Park, Parco Nazionale dello Utah. Da circa 2 anni lavora presso il dipartimento di Emergenza dell’Ospedale di Pescia, cittadina in provincia di Pistoia a circa 70 km da Livorno, dove tuttora vive. L’attuale occupazione gli consente di aver una maggiore quantità di tempo per dedicarsi alle sue passioni, quali viaggiare, leggere romanzi e saggi di storia medioevale, creare sculture di animali marini con materiali di riciclo (per lo più pezzi di legno recuperati dal mare e vecchi elettrodomestici).

Anche i lunghi spostamenti in macchina per recarsi al lavoro diventano un’occasione di lettura, grazie all'ausilio degli audiolibri. All'inizio del 2010 nasce per caso l’idea di scrivere un romanzo, che si concretizza dopo oltre un anno di accurate ricerche storiche e bibliografiche.

Ama il passato, vive il presente, non si cura molto del futuro, ma sogna di partire zaino in spalla e nessuna meta... naturalmente con la sua adorata Elena! Si definisce un Cristiano (di cultura) ateo (di fede). Ha un cane, un bouledogue francese, di nome Caffè (in onore della sua bevanda preferita).

Nessun commento:

Posta un commento