Pagine

mercoledì 26 ottobre 2016

Canto di Gillian di Natascia Luchetti


Jennyfer Riverwood muore nell'incendio di una vecchia casa oramai disabitata nel tentativo di salvare il fidanzatino Markus. La disgrazia è stata provocata dai compagni di classe dei due, figli di famiglie molto influenti che permettono loro di non pagare pena per il loro gesto abietto.

A distanza di ventidue anni, però, una dei responsabili della morte di Jennyfer viene uccisa da un assassino che dà connotazioni rituali all'omicidio. La paura si diffonde all'interno del vecchio gruppo. Forse non è stato dato abbastanza peso ad un importante dettaglio: la casa distrutta non era come tutte le altre. 

Acquista: Amazon

Autrice
Natascia Luchetti è nata nel Marzo del 1988 e vive a Polverigi, un paesino della provincia di Ancona. Sin dai tempi del liceo si è avvicinata alla letteratura gotica, horror e fantasy, prediligendo le produzioni dell’Ottocento inglese sia in prosa che in poesia.

Ha iniziato a scrivere poesie in lingua inglese che tuttavia non ha mai pubblicato. Proprio da una di queste nasce la bozza de Lo Specchio Nero, ultimato soltanto dieci anni dopo, facendone il primo di una trilogia gotica (Lo Specchio Nero, La Strega dei Corvi, Il Risveglio della Fenice).

Nel 2016 ha pubblicato Il Canto di Gillian, il suo primo romanzo horror thriller e il cambio di genere ha investito anche le sue ultime produzioni: Non rubare dalla notte e Laggiù dove muore il sole.

La letteratura non è l’unica passione di Natascia, infatti lei ha una ossessione sfrenata sia per la musica metal che per i videogames. 

Nessun commento:

Posta un commento