Pagine

domenica 23 ottobre 2016

Exilium - L'Inferno di Dante di Kim Paffenroth


Durante il periodo dell’esilio – anni di cui davvero poco si sa circa i suoi spostamenti – Dante Alighieri si ritrova a vagare per l’Europa dell’Est. Lì, in una valle dimenticata da Dio, si imbatte in una popolazione afflitta da una terribile piaga: una pestilenza che si trasmette ai morti facendoli rialzare e trasformandoli in quelli che noi oggi chiameremmo zombie. Ma che, a ben vedere, sono creature molto simili per caratteristiche, attitudini e movenze ai dannati dell’Inferno dantesco.

Una fuga per la sopravvivenza e la libertà con un protagonista d’eccellenza, un Dante Alighieri perfettamente ricalcato sulla figura storica del poeta, senza atteggiamenti da grande eroe o combattente e con continui riferimenti alla sua vita, alla sua poetica, alla sua travagliata concezione del bene e del male. In testa a ogni capitolo, una terzina dell'Inferno introduce una parte del viaggio che Dante si troverà a dover affrontare, svelandone elementi, situazioni, personaggi.

Acquista: Amazon

Autore
Kim Paffenroth è professore di Studi Religiosi allo Iona College di New Rochelle (Ny, Usa) dove insegna dal 2001. È autore di numerosi testi di teologia, sulla Bibbia e, in particolare sul pensiero di Sant'Agostino. Dal 2006 il suo interesse si è rivolto anche all’horror e, soprattutto, alla figura degli zombie, tema che ha affrontato sia in opere di narrativa che di saggistica.

Tra queste ricordiamo Gospel of the Living Dead: George Romero’s Visions of Hell on Earth (Baylor, 2006) con il quale si è aggiudicato nel 2006 il Bram Stoker Award nella sezione saggistica, Dying to Live: A Novel of Life among the Undead (Permuted Press, 2007); Orpheus and the Pearl (Magus Press, 2008) and Dying to Live: Life Sentence (Permuted Press, 2008). Exilium (Titolo originale Valley of the dead) è il suo primo testo tradotto in Italia. Vive a New York con la moglie e due figli.

Nessun commento:

Posta un commento