Menu

domenica 16 ottobre 2016

Nichi arriva con il buio di Sara Zelda Mazzini


A dieci anni dalla morte del suo ex fidanzato una donna ne racconta la storia alla sorella adolescente di lui, che non ha avuto il tempo di conoscerlo davvero. Greta ha quattordici anni quando conosce Nicola in occasione di una vacanza al mare, i due si incontrano ogni estate nella medesima località di villeggiatura portandosi appresso nuovi bagagli di vita reale: Greta ha i genitori separati e presto arriva anche una sorellina, la stessa cosa accade in seguito a Nicola; due esistenze speculari a trecento chilometri di distanza unite da un filo fragilissimo di fiducia e speranza.

La storia di Greta e Nicola è contrastata di volta in volta da personaggi gelosi, orgogliosi, insicuri e disperati, ma soprattutto da loro stessi. Tra concorsi di bellezza e quiz televisivi la vicenda è l’occasione per ricostruire un decennio di storia italiana dal punto di vista di una generazione, a favore di chi quella generazione non l’ha mai vissuta.

Acquista: Amazon

Autrice
Sara Zelda Mazzini è nata il 24 luglio 1980 a Poggibonsi, Siena. Dopo essere cresciuta tra la provincia fiorentina e l'hinterland milanese si è trasferita a Monaco di Baviera, dove attualmente vive. Il suo nome d’arte è un omaggio a Zelda Fitzgerald, scrittrice, pittrice e ballerina, nonché moglie del celebre scrittore Francis Scott Fitzgerald.

Tra il 2002 e il 2008 ha collaborato con il settimanale Metropoli del Chianti fiorentino, con la rivista online Noluogo e con SettePerUno, sotto lo pseudonimo di Judith Cavalera. Più o meno nello stesso periodo ha curato l'antiblog judithcavalera.splinder.com, che si sottraeva a ogni legge dei social e per questo si è spento suicida, si è iscritta tre volte all'università e ha rifiutato un sacco di proposte di lavoro artistico non retribuito.

Le sue influenze principali sono: Jack Kerouac e la Beat Generation, il Sandman di Neil Gaiman, i Nirvana, le periferie cittadine, le famiglie allargate, MTV, il movimento straight-edge, Ernesto Che Guevara, la Bibbia, Jane Austen e Cime tempestose. Amante di quasi tutti gli sport, pratica rollerskating, yoga, krav maga, calisthenics e kickboxing ed è tifosa del Bayern Monaco e di Marc Márquez.

Non ha mai sentito il bisogno di scrivere un romanzo rosa e dichiarare che si tratta di un omaggio alle sue autrici preferite del passato, poiché crede fermamente che le sue autrici preferite del passato NON scrivessero romanzi rosa. Tutti i suoi libri sono editi da Amazon KDP e Createspace.

Nessun commento:

Posta un commento