Pagine

domenica 13 novembre 2016

Dire, fare, morire di L.J. Sellers


Kera Kollmorgan, infermiera e consulente per i giovani di Planned Parenthood, un consultorio di Eugene (Oregon), è già stata presa di mira da alcuni fanatici antiabortisti. Queste esperienze hanno solo rafforzato la sua determinazione. Un giorno, però, una bomba devasta la clinica e, poco dopo, il cadavere di una ragazzina curata da Kera viene ritrovato nudo in un cassonetto. La donna teme che la feroce guerra antiabortista nella piccola comunità abbia raggiunto un livello inaccettabile.

L’omicidio a sfondo sessuale di Jessie Davenport coinvolge da vicino il detective Wade Jackson. Padre single di una teenager, Jackson comprende meglio di chiunque altro i pericoli in agguato per le adolescenti. Non si aspetterebbe mai che le indagini lo porteranno a un gruppo di studi biblici per ragazzi, al lato oscuro della vita dei liceali e persino nei corridoi del potere. Si trova così costretto ad affrontare due sospettati radicalmente diversi, che non hanno niente in comune, tranne la passione per il sesso e la violenza.

Mentre Jackson intensifica la caccia all'uomo, Kera diventa una donna braccata, perseguitata da un devoto fanatico. Quando i destini dell’investigatore e dell’infermiera si incrociano, vendette moralizzatrici, segreti legati al sesso e ossessioni fatali minacciano di spazzarli via.

Acquista: Amazon

Autrice
L.J. Sellers è nata a Eugene, Oregon, dove sono ambientati i suoi romanzi. Giornalista di successo e scrittrice di bestseller, è appassionata di ciclismo, di social network e di avventura. Amante del genere police procedural, annovera tra i suoi autori preferiti John Sandford, Michael Connelly, Ridley Pearson e Lawrence Sanders. Oltre alla serie sul detective Jackson, che comprende già otto romanzi, ha scritto anche tre thriller con altri personaggi. Quando non è impegnata a ideare trame di delitti, ama recitare e occasionalmente lanciarsi con il paracadute.

Nessun commento:

Posta un commento