Pagine

martedì 8 novembre 2016

Fattore Z di Alessandro Casalini


Stanza bianca, quattro insoliti personaggi e un contatore appeso al muro da cui prende vita uno strano conto alla rovescia. Sono Padre Sandro (un prete missionario alla disperata ricerca delle risposte che solamente la fede può dare), Nick (una ex rockstar oramai fusa di testa con evidenti problemi di sesso dipendenza), Pam (una scienziata in odore di Nobel piena di sé con misure e curve da top model) e infine Zoe (una malata terminale di AIDS).

Questi gli improbabili compagni di viaggio catapultati all'interno di un mondo monocromatico scandito dal susseguirsi di numeri apparentemente senza senso. È solamente un gioco, oppure un altro stupido reality show? E se fosse un esperimento psico-qualcosa? Ne resterà solamente uno? Inutile continuare con domande senza risposta, così i quattro cominciano a raccontare sé stessi gli uni agli altri, andando a scavare sempre più a fondo e riportando alla luce vecchi scheletri nascosti in armadi ormai dimenticati.

Il tempo passa, i ricordi affiorano, mentre i numeri marciano inesorabili verso lo zero. Con in passare delle ore qualcuno del gruppo si perde per strada. Zoe invece ha qualcosa di speciale. Lei sa vedere attraverso quell'apparente successione di numeri senza senso. Numeri primi, ipotesi di Riemann, congetture mai dimostrate. Forse c’è qualcosa oltre quelle pareti bianche. Zoe chiude gli occhi e vede.

Acquista: Sillabe di Sale


Autore
Alessandro Casalini (Cesena, 1975) vive tra Cesenatico, Bologna e Modena dove si occupa di sviluppo web e software come professionista freelance. E' sposato e ha due figli. Nel 2010 ha pubblicato il suo primo romanzo LMW28IF - Un cuore solitario a Savile Row (Arduino Sacco Editore) seguito, nel 2014, da Trentatré Giri (0111 Edizioni). Nel 2016 è prevista la pubblicazione del romanzo di fantascienza ZeroDecibel edito dalla Edizioni Montag.

Nessun commento:

Posta un commento