Pagine

mercoledì 16 novembre 2016

Sirene con il mal di gola di Roberto Venturi


Sirene con il mal di gola è un romanzo che sperimenta una fusione tra il linguaggio della narrativa ed il linguaggio del cinema, in una storia visionaria che si svolge sul mare, scenario archetipico e protagonista occulto, centrata sul rapporto tra gli uomini e la natura femminile. Tutto diventa metafora esistenziale, per evidenziare i paradossi che ci sfuggono. Cosa accade quando siamo costretti a non credere più alla nostra realtà? A mettere in discussione le certezze sulla vita?

Un peschereccio tira su nella rete una donna, completamente nuda, che si agita. Da qui inizieranno sbalzi lungo la linea del tempo e si creeranno situazioni fuori dall'ordinario. Nella storia sono coinvolti sei pescatori, che prima facevano un altro mestiere di alto profilo; l'equipaggio di una motovedetta della Guardia Costiera; l'equipe medica di una Unità Sanitaria.

I pescatori sono sospettati di contagio tossico, in conseguenza a fatti strani avvenuti dopo il recupero della donna. Si cercherà la causa di questo contagio e si scoprirà che questo non è di carattere materiale o fisico. Qualcosa sta accadendo, qualcosa che sembra sia la donna, che non parla, a far accadere e che obbliga a trasformare la concezione della realtà interiore ed esteriore.

Gli uomini, loro malgrado, saranno costretti a cambiare prospettiva per comprendere gli accadimenti. Se si comprende si incontra la vita, là dove l'invisibile diventa realtà e dove si fa la scoperta di ciò che vediamo da sempre, in una dimensione zero della coscienza. Alla fine, i protagonisti avranno in premio la vita.

Acquista: Amazon

Autore
Roberto Venturi scrive sceneggiature per fiction e video pubblicitari. Laureato in Storia della Critica Letteraria, è autore di due romanzi, Il colpo scuro (2008) e La cavalcata del Bruco (2010), pubblicati in copie numerate con opere d’artista. Ha diretto la galleria d’arte internazionale Container, a Firenze, che nel suo sviluppo è diventato l’omonimo Centro di Cultura Contemporanea, uno spazio di 700 metri quadri in cui sono stati organizzati eventi dedicati all'arte visiva, al cinema, alla musica, al teatro, alla poesia, ai temi sociali. Vive in un piccolo borgo nella campagna fiorentina.

Nessun commento:

Posta un commento