Menu

domenica 5 novembre 2017

Quarzo - La leggenda del sangue di drago di Andrea Righi


Il passato è un filo che non vediamo, un filo che ci lega indissolubilmente anche al nostro futuro. Immaginate un paese, la sua storia misteriosa e dimenticata, immaginate che improvvisamente riaffiorino misteri tenuti nascosti dal tempo, immaginate...Paludi, boschi e mulini, un castello, una ragazza in fuga... immaginate un presente che non accetta di slegarsi da questa storia, un antico patto di morte tra il bene e il male, una battaglia rimandata nei secoli, una storia giunta all'epilogo.

Ora guardate le campagne, le case, guardate la gente che avete attorno. Nell'abitato di Manzolino, sito nelle campagne tra Modena e Bologna, si scatena la furia omicida di un pazzo. Attorno ad essa si muovono Francesco “Cisco” Ferrari, un ex poliziotto scontroso e solitario, Angelo Scalzi, un ispettore metodico, e le persone comuni che, passivamente, partecipano e osservano.

Ritorna Cisco e lo fa in grande stile, con una indagine che andrà oltre ogni sua e ogni vostra aspettativa. Un romanzo che parla di cosa c’era, di cosa c’è, e di qualcosa che non vediamo ma ci segue in ogni momento senza farsi scoprire. Un romanzo che scoprirete pagina dopo pagina così come crescendo avete scoperto voi stessi, perché in questa vicenda chiunque potrebbe essere protagonista. Anche voi che leggete, inconsciamente, verrete rapiti, senza rendervene conto... per gioco o forse chissà...

Acquista: Amazon

Autore
Andrea Righi è nato a Castelfranco Emilia il nel Maggio del 1977. Finiti gli studi ha iniziato a lavorare come operaio metalmeccanico, settore che tutt'ora lo vede impegnato come impiegato tecnico. Oggi vive a Modena con la moglie Donatella ed il figlio Davide. Ha molte passioni tra le quali spiccano la musica e i libri. Predilige il rock e il grunge, nei suoi romanzi compaiono spesso citazioni tratte da brani dei Pearl Jam, suo gruppo di riferimento. Legge molto, specialmente thriller, gialli, horror e fantasy. Scrive da quando è adolescente, ma la scrittura rimane comunque per lui un hobby, che coltiva però con determinazione e spensieratezza.

Nessun commento:

Posta un commento